❌ MOBILITAZIONE NAZIONALE PER LA SANITÀ PUBBLICA ❌

🕵 Tutte e tutti abbiamo rilevato come l’attuale pandemia abbia scoperchiato una crisi sanitaria che in realtà si trascina da anni come frutto delle scellerate politiche capitalistiche di attacco al salario indiretto di cui la sanità e la scuola sono i due principali pilastri, evidenziando i profondi impatti economici e sociali determinati da diversi modelli di politiche sanitarie.📣 In occasione della giornata della salute abbiamo deciso di aderire a una mobilitazione nazionale proiettata su più momenti che vede la partecipazione di varie organizzazioni che nei propri territori reclamano il diritto a una sanità pubblica, accessibile e di qualità.Da Cosenza a Crotone si pretende lo stop al commissariamento, l’azzeramento del debito sanitario, le dimissioni del commissario ad Acta Guido Longo e la riapertura delle strutture dismesse.🏋 Noi calabresi da circa 11 anni ci portiamo sulle spalle il peso del piano di rientro e del conseguente commissariamento della sanità regionale, che portando alla chiusura e/o al depotenziamento di strutture ospedaliere e di presidi sanitari territoriali e non garantendo i Livelli Essenziali di Assistenza, non ha fatto altro che peggiorare la situazione. �L’inadeguatezza e la disorganizzazione del piano vaccinale regionale continua a confermare la situazione al limite dell’assurdo che stiamo vivendo.💣 È arrivato il momento di porre fine alla gestione inadeguata del Sistema Sanitario Regionale che nega ai cittadini e alle cittadine il diritto alla salute e alla cura.📝 Firma anche tu la petizione per una sanità pubblica, accessibile e di qualità e unisciti alla lotta!

Nessuna descrizione della foto disponibile.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante attività all'aperto
Potrebbe essere un'immagine raffigurante attività all'aperto e muro di mattoni
Potrebbe essere un'immagine raffigurante attività all'aperto
Potrebbe essere un'immagine raffigurante attività all'aperto
Potrebbe essere un'immagine raffigurante strada

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *