❗❗CONSULTORI FINALMENTE APERTI… MA NON CI BASTA! ❗❗

Stamattina a seguito del presidio all’ASP di via Alimena siamo state ricevute dal coordinatore provinciale dei consultori, dott. D’Angelo, il quale ci ha informate che le odierne riaperture investono circa il 60% dei consultori. La restante parte aspetta invece l’arrivo di DPI e termometri frontali, i quali dovrebbero essere forniti dalle farmacie in appalto entro Lunedì, 8 Giugno.

Sappiamo bene che la riapertura è solo un primo passo, che non risolve la totalità dei problemi da cui questi presidi sociosanitari sono afflitti, ed è per questo che continueremo la nostra mobilitazione.
Ad oggi le problematiche principali riguardano la mancanza di strutture adeguate, di strumentazioni, di macchinari, e soprattutto la mancata riassunzione del personale pensionato. Il tutto, come possiamo ben intendere, incide notevolmente sulla qualità e quantità dei servizi erogati.

La riassunzione del personale è il punto focale da cui oggi ripartiremo, chiedendo al commissario regionale per la sanità Cotticelli di incontrare noi cittadini/e e il personale dei consultori per pianificare un’azione sistematica sul tema.
Ci aspettiamo che la nostra richiesta sia accolta e ritenuta di primaria importanza, se così non fosse, sapremo farci ascoltare lo stesso.

Abbiamo dimostrato che solo la pressione dei cittadini e delle cittadine ha spinto le istituzioni a riaprire i consultori e gli ambulatori, altrimenti nessuno se ne sarebbe preoccupato.

Solo la lotta e la partecipazione pagano e siamo pronti/e a continuare.
Cotticelli, stiamo arrivando, preparati!

❗❗CONSULTORI FINALMENTE APERTI… MA NON CI BASTA! ❗❗Stamattina a seguito del presidio all'ASP di via Alimena siamo…

Pubblicato da FEM.IN. Cosentine in lotta su Giovedì 4 giugno 2020

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *