‼ SULLE MOLESTIE, IL RETTORE UNICAL SE LA CANTA E SE LA SUONA DA SOLO ‼

Se c’è qualcosa che ci fa pensare al famoso detto “mettere le mani avanti per non cadere indietro” è proprio il comunicato del rettore UNICAL dott. Leone, a seguito delle testimonianze pubblicate sulle molestie in università. È bastato un sondaggio lanciato dal profilo Instagram di Fem.In. e una domanda semplice, “l’università è un luogo sicuro?”…

❗FIRMA ANCHE TU PER UNA SANITÀ PUBBLICA, ACCESSIBILE E DI QUALITÀ❗

Oggi siamo in Piazza XI Settembre fino alle 13 e poi dalle 17 alle 19, da domani potete firmare nei luoghi scritti dei post precedenti. In settimana attiveremo nuovi punti firma in altri comuni della regione. IL FUTURO DELLA CALABRIA È NELLE NOSTRE MANI! #sanitàpubblicaperlacalabria PER IL VIDEO, CLICCA QUI: https://www.facebook.com/plugins/video.php?height=476&href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2FFem.in.cosentine.in.lotta%2Fvideos%2F288210719335120%2F&show_text=true&width=267

🟢 DOMANI INIZIA LA PETIZIONE REGIONALE PER UNA SANITÀ PUBBLICA ACCESSIBILE E DI QUALITÀ 🟢

POTETE FIRMARE DA DOMANI A COSENZA IN PIAZZA XI SETTEMBRE DALLE 10 ALLE 13 E DALLE 17 ALLE 19 E DA LUNEDì IN TANTE ALTRE CITTÀ DELLA REGIONE La petizione verrà inoltrata al Parlamento per richiedere collettivamente: Le dimissioni del Commissario ad Acta Guido Longo Lo stop al commissariamento della sanità calabrese L’azzeramento del debito…

🔴 PETIZIONE PER UNA SANITA’ PUBBLICA, ACCESSIBILE E DI QUALITA’ 🔴

Da Domenica 28 sarà possibile sottoscrivere la petizione che presenteremo al Governo per richiedere collettivamente: Le dimissioni del Commissario ad Acta Guido Longo Lo stop al commissariamento della sanità calabrese L’azzeramento del debito sanitario La riapertura delle strutture dismesse Non possiamo più accettare la violenza che tutti i giorni subiamo a causa di un Sistema…

⚠ LA NORMALITÀ VIOLENTA ⚠

Quante volte ti sei sentitə violentatə ma alla fine hai deciso di tacere perché “tanto è una cosa normale” o “ad altri è successo di peggio”? Abbiamo deciso di inaugurare questa nuova rubrica e raccontarvi tutte le volte che è successo anche noi e per dire che, no, la violenza sessista non può essere normalizzata…

‼️ IL COMMISSARIAMENTO HA FALLITO, LA CALABRIA MERITA DI MEGLIO ‼️

Magra figura del Commissario Longo andata ieri in onda su “Titolo V”, accompagnato dal Commissario dell’Asp di Cosenza, il Dott. La Regina, inerme di fronte ad un’amministrazione fallimentare da lui capeggiata e di cui forse, ancora oggi, neanche lui stesso ha contezza. Solo 8 giorni fa il Commissario Longo ci ha urlato addosso ed ha…

‼️ BASTA METTERCI UNA PEZZA, VOGLIAMO LA MESSA IN SICUREZZA‼️

In occasione del Global Climate Strike, anche Fem.in. si unisce alle iniziative di Fridays For Future Cosenza. Da sempre ancoratə alle problematiche del territorio, oggi gridiamo a gran voce che abbiamo il diritto di vivere in spazi sicuri, salubri, fruibili e che siano altresì adeguati per il territorio e per chi lo vive. Dal centro…

‼ PRENDOCASA OCCUPA E DIMOSTRA CHE SOLO LA LOTTA PAGA‼

È da ieri che il comitato Prendocasa, che riunisce occupanti e famiglie in emergenza abitativa, ha occupato il comune di Cosenza per chiedere risposte in merito alla sospensione dei fitti passivi e sulla situazione delle occupazioni abitative. Conosciamo bene e più volte abbiamo denunciato lo stato del welfare in questa città, che con il dissesto…

Mentre i pazienti Covid dell’Ospedale di Cosenza vengono trasferiti fuori provincia per la saturazione dei posti letto, in Calabria 18 Ospedali restano chiusi o fortemente depotenziati.

La situazione, nei presidi ospedalieri, resta praticamente la stessa di un anno fa, con un lievissimo aumento dei posti letto, molti di meno di quelli che in ogni caso erano stati promessi. In Calabria, ma specialmente nella Provincia di Cosenza, basta poco per gettare l’apparato sanitario nel panico, ma d’altronde, senza assunzioni ingenti e senza…

📢 IL PRESSING E LA LOTTA PAGANO: L’ASP DI COSENZA ASSUME 2 GINECOLOGHE E ACQUISTA 4 ECOGRAFI PER I CONSULTORI.

I consultori sono sempre stati al centro della nostra attenzione e purtroppo, in questi due anni di attività sul territorio, abbiamo dovuto constatare che la maggior parte dei presidi sono privi di figure professionali fondamentali e di apparecchiature adeguate: praticamente quattro mura vuote. Abbiamo cominciato quindi una battaglia fatta di pressing sulle istituzioni, di interlocuzioni…