1 MAGGIO: NON SIAMO CARNE DA MACELLO

Mai come quest’anno la ricorrenza del primo maggio deve assumere una valenza di lotta. L’emergenza pandemica ha reso ancora più evidente la centralità del lavoro nella nostra società. Ma mentre in tv si sprecano gli encomi, la realtà per milioni di lavoratori e lavoratrici è sfruttamento, precarietà, salari da fame e assenza di sicurezza.Dal personale…

RESPONSABILI SEMPRE, OBBEDIENTI MAI !

Nel giorno della Festa della Liberazione, avvenuta grazie alla resistenza coraggiosa di tanti uomini e donne, non possiamo dimenticare le questioni attuali. Liberarci dalla mala-politica, che opprime la nostra terra, è un dovere che spetta a tutti e tutte noi. Continueremo, anche nei prossimi giorni, a denunciare le responsabilità politiche di chi ha distrutto la…

LA RESISTENZA NON È FINITA: REDDITO, CASA, SALUTE E DIGNITÀ PER TUTTI E TUTTE

Oggi abbiamo onorato la memoria di quanti spesero la propria vita per liberare l’Italia dall’oppressione fascista. Il 25 aprile non può essere una celebrazione retorica, la resistenza non appartiene al passato. È pratica attuale e quotidiana, che vede impegnate tanti uomini e tante donne, anche nella nostra città. Oggi più che mai, è necessario acquisire…

SE LAVORARE IN UN CALL CENTER CI RENDE POVERE

La stragrande maggioranza delle persone che lavorano nei call center in Calabria sono donne. I salari da fame e la mancanza di servizi, costringono le lavoratrici a fare i salti mortali per riuscire a conciliare lavoro e famiglia.Lo stipendio che offrono i call center non permette alle dipendenti di superare la soglia di povertà. Per…

Cercasi commessa

In città circola questo annuncio. Sono diverse le persone che ci hanno chiamato per avere informazioni, per sapere se potevano lavorare. Non sorprende, infatti, che l’offerta risulti assolutamente credibile, purtroppo.E’ credibile perché è normale che ci vengano chieste 14 ore lavorative al giorno, è normale che ci impongano condizioni assurde come non avere figli, non…